Bambino Interiore ferito: che cos’è e come crea infelicità

bambino interioreQuando è stata l’ultima volta che ti sei divertito, oggi che hai 30 o 40 anni, che vivi sempre di corsa e non ti prendi del tempo per te?

Questa domanda che faccio spesso ai miei cochee desta molto imbarazzo, perchè la risposta generalmente è, non me lo ricordo.

E se fosse questa la causa del tuo dolore, e della tua sofferenza?

E se questo stato di non essere felice, di non avere cio che desideri o non aver realizzato ciò che sognavi dipendesse da questo?

Proviamo a scoprirlo insieme:-)

Partiamo dalla premessa che tutto ciò che vedi e osservi nella tua realtà attuale lo stai creando tu.

Che sia consapevole o no tu sei il solo e unico creatore dei tuoi casini e delle tue vittorie.

Ormai la fisica quantistica, ha dimostrato come l’osservatore influenza la realtà.

E tutto ciò che crei ogni giorno, è una proiezione del tuo mondo interiore, del tuo inconscio, che a seconda dei tuoi bisogni manifesti all’esterno nella vita quotidiana.

(Leggi l’articolo sul potere del cervello quantico se questi argomenti ti sono nuovi)

Hai mai provato a fermarti un attimo, solo un’istante e a osservare dove la società oggi sta andando?

Le parole che usi per descrivere la tua realtà, creano la realtà. -Martin Brofman Tweetta!

Prova a farlo la prossima volta che stai passeggiando verso l’ufficio, oppure quando torni a casa dal lavoro, prova per un’attimo a fermati e ad osservare come la maggior parte della gente “vive” se così lo si può chiamare, la giornata.

Sempre dietro all’ultima novità nel momento solo per dimostrare quanto il nostro ego sia grande e potente rispetto alla persone che abbiamo accanto a noi.

Ma e questa la vita che vuoi? E questa la vita che desideri?

E sopratutto perchè una parte del mondo vive costantemente nell’infelicità e un’altra nella serenità e nella pace, anche quando tutto non sembra andare per il verso giusto?

Bambino Interiore ferito: che cos’è e come crea infelicità

bambino interiore-2C’e una grande ferita interiore che tutti noi ci portiamo dentro, la ferita del bambino interiore.

Cos’è il bambino interiore?

Prova ad immaginare, ad un te stesso, però più piccolo diciamo che ha 7 anni, e che vive esattamente dentro di te, nella parte più profonda.

Ne parla anche Louise Hay nel suo famoso libro. Puoi guarire la tua vita. (qui trovi una mia video recensione).

Questo bambino, spesso è impaurito, solo e abbandonato perchè semplicemente non si sente amato.

Può dipendere da un ricordo della tua infanzia, dove cercavi l’amore dei tuoi genitori, ma sicomme loro sono cresciuti in tempi diversi, magari ti hanno dimostrato l’amore verso di te in modo diverso, tu pensi che non ti abbiano amato.

E credimi, so che non e facile da comprendere, ci ho messo tanti anni per rendermi consapevole di questo, ma in ogni momento, qualsiasi cosa abbiano fatto i tuoi genitori, l’hanno sempre fatto con l’intento di darti amore per il tuo massimo bene.

Quindi potremmo riassumere dicendo che il bisogno primario che vuole questa parte di noi, il bambino interiore è essere amati.

Possiamo dire che il bambino interiore ferito, è quell’insieme di memorie, ricordi, programmi, emozioni represse, promesse non mantenute ect… che hai vissuto da quando sei nato a circa 7 anni.

Compreso meglio, cosa intendo quando mi riferisco al bambino interiore ferito?

Molto bene, possiamo proseguire!

Tutti anche la persona che crediamo sia “più cattiva” ha bisogno di essere amata.

Un gesto dolce, una carezza, questa frase così abusata, che nel tempo a perso il suo orginale significato, TI AMO.

Ora ti chiedo hai mai detto, oggi che sei adulto TI AMO a tua madre o tuo padre?

Può sembrare una cosa sdolcinata, invece trovare il coraggio di dire 2 semplici parole dal cuore ai tuoi genitori, potrebbe essere la cosa più importante che farai in questa vita e ti sentire felice nel farlo.

E prova a pensarci, se non lo dici oggi, quando potrai dirglielo?

Spesso si arriva a comprendere, e lasciarsi andare solo quando succedono le disgrazie, malattie, incidenti, che mettono in pericolo la nostra vita.

Tu però hai la possibilità di scegliere adesso e manifestare il tuo amore verso chi ti ha messo al mondo.

Considera che la maggior parte dei blocchi, traumi, e dinamiche personali inrisolte deriva da un cattivo rapporto o conflitti con i propri genitori o famigliari in generale.

Ricorda che queste anime, sono i tuoi migliori maestri e gli hai scelti tu ancor prima di nascere.

Spesso tendiamo a criticarli, odiarli, credimi per anni mi sono comportato così, ma non porta a nulla e solo una strada piena di dolore e sofferenza, e vorrei risparmiarti tutto questo, metti da parte l’orgoglio e prova a cambiare prospettiva.

Bambino Interiore ferito: amare se stessi

Amare-se-stessiMa come si fa a donare amore verso i propri genitori?

C’è una storia che ascoltai qualche anno fa, che parlava di un padre e suo figlio.

La famiglia era felice e serena, il padre era sempre fuori per lavoro.

La madre era spesso anche lei fuori, e quindi il bambino restava quasi sempre con la tata o a volte da solo.

Quando arrivò sera, il figlio corse dal padre chiedendogli:

Papà vuoi venire a giocare con me?

E lui rispose, si più tardi tesoro, più tardi.

Il bambino rimase li ad aspettare per ore, ma il padre non venne.

Il giorno seguente la scena si ripeteva.

Il bambino corse dal padre e gli chiese:

Papà ieri mi avevi promesso che saresti venuto a giocare con me, dai vieni?

E il padre rispose: si figliolo, dopo vengo ora ho da sbrigare delle cose da adulti.

Allora il bambino, rimase nuovamente da solo ad aspettare il padre, ma lui non venne.

Passò qualche anno e quel bambino, diventò adulto, creò una famiglia e avviò una carriera di successo.

Nel frattempo il padre, era diventato anziano ed era malato.

Un giorno il figlio, ormai diventato adulto riceve una chiamata, era suo padre e gli disse:

Figlio mio, quando vieni a trovarci? E più di un mese che sei andato a vivere con la tua famiglia, non ti fai più sentire.

Il figlio rispose: papà oggi, non ho tempo, ho un sacco di cose di lavoro da finire, ma ti prometto che settimana prossima verrò.

Allora il padre si tranquillizò.

La settimana succesiva, il padre chiamò nuovamente il figlio e gli chiese:

Figlio mio, sto molto male, e vorrei vederti prima che sia troppo tardi, vieni a trovarmi oggi?

Il figlio stentò un’attimo e poi disse, si papà scusami o avuto degli imprevisti, nei prossimi giorni vengo a trovare te e la mamma.

Qualche giorno dopo, il figlio si presentò alla porta di casa dei suoi genitori.

La madre aprì la porta, con un volto triste e cupo.

Che c’è madre? Come mai state piangendo?

Nei giorni di quella attesa, il padre stanco di aspettare si lasciò andare e morì per una malattia grave.

Il figlio iniziò ad arrabbiarsi con se stesso, con il mondo perchè non era riuscito a vedere suo padre negli ultimi istanti della sua vita.

Cosa vuole insegnarci questa tragica storia?

Che per le cose importanti, come la famiglia e i tuoi cari non aspettare che sia troppo tardi per dirgli ti amo.

Fallo oggi, la vita e troppo breve per essere sprecata.

Bambino Interiore ferito: riflessioni e morale della storiella

In questa storia voglio porti l’attenzione su alcuni aspetti.

Il primo che il padre non manteneva le promesse al figlio di giocare insieme a lui.

Il figlio che aspettava il padre per giocare, ogni volta che non veniva, era sempre più triste e arrabbiato, e questo potrebbe essere un classico esempio di ferita del proprio bambino interiore.

Passati gli anni, il figlio si comportava esattamente come il padre, semplicemente perchè aveva installato dentro di se che la vita si viveva così.(quindi ripeteva esattamente gli schemi del padre).

Poi il padre senti che stava per morire, la sua anima sentiva il bisogno di amore da parte del figlio. ( qui emerge la ferita del bambino interiore del padre).

E infine che il figlio non è riuscito a dire ti amo al padre, in questa vita.

Come pensi vivrà il resto dei suoi giorni?

Ora siccome questa storia è abbastanza forte, ma volevo che ti rimanesse il concetto, fai 3 respiri profondi e intensi, fai un bel sorriso, e ora puoi riprendere a leggere.

Vedi come funziona?

E di esempi così e come si creano queste varie ferite del bambino interiore potrei dirtene altri.

L’importante che hai compreso il meccanismo della dinamica.

Tutti questi piccoli traumi da bambini, da quando nasciamo ai 7 anni li portiamo dentro di noi anche oggi che siamo adulti, e così ci bloccano la gioia di vivere e l’entusiasmo per la vita.

Sono tutte emozioni represse che autosabotano la tua vita adulta attuale.


coaching ridurre lo stress

Stai trovando valore in questo articolo? Vorresti più vitalità, gioia ed equilibrio nella tua vita? Allora dai un’occhiata a questo percorso di coaching che ti aiuterà in 7 settimane e con 10 minuti di pratica al giorno a ritrovare serenità e liberarti dallo stress che sta facendo soffrire il tuo bambino interiore… trovi tutte le informazioni in questa pagina grazie.

Bambino Interiore ferito: suggerimenti per fare il primo passo verso la felicità.

Quindi è importante, cerca con piccoli gesti anche semplici, di nutrire questa parte di te, di concederti qualcosa che faccia felice e doni amore al tuo bambino interiore.

1) Prendi un foglio, dei pennarelli o pastelli e inizia a disegnare ciò che ti piace, senza pensare troppo con la mente razionale, disegna cosa ti piaceva, cosa vedevi quando avevi 7 o 8 anni.

2) Prendi un pallone, che sia di calcio, di basket o pallavolo o una pallina, e gioca, magari con tuo figlio, e se non hai figli gioca da solo, sentirai dopo che l’avrai fatto un senso di liberazione puro.

3) Prendi un gioco in scatola, sempre di quando eri piccolo, magari il forza 4, magari il monopoli o un puzzle e inizia a giocare e sentire la gioia e l’amore verso di te.

Se mentre fai tutto questo ti senti un po stupido, un po in imbarazzo, va benissimo, è normale sai perchè:

non sei più capace di divertirti, hai perso completamente il significato di divertirti.

Ricorda quando eri piccolo non ti facevi tutte queste “pippe mentali” ..spegni la mente e accendi il cuore.bambino-che-ride

Nella società di oggi i ragazzi adolescenti si divertono, chattando su facebook, o giocando a battaglie virtuali, oppure pensando che divertirsi significhi infrangere le regole della società.

Iniziano così ad assumere alchool, droge, tornare a casa tardi dalla discoteca dopo che si sono riempiti di schifezze solo per sentirsi importanti o far preoccupare i genitori.

Tutto questo lo fanno perchè vogliono attenzioni, hanno un disperato bisogno di amore, questa è la verità.

Si un esempio per tuo fliglio, per le generazione future.

Possiamo ancora ritornare a vivere, ad esprimere quella vitalità, quella curiosità del bambino interiore, ne abbiamo tanto bisogno, e tu protresti essere l’inizio di una nuova era, fatta di persone adulte più felici, meno preoccupate, e più in pace con se stesse.

E il mio augurio migliore e di accedere a questa grande forza dentro di te, la vitalità, l’entusiasmo per la vita e riniziare a sognare.

Un maestro zen un giorno mi disse:

E’ semplice ma non è facile. Fai il primo passo.

Un super abbraccio a te e alla tua anima, grazie per avermi letto fino qui e per aver dedicato del tempo alla tua crescita ed evoluzione.

Ora raccontami la tua storia, lascia un segno del tuo passaggio con un commento qui sotto, parliamone di questo che ne dici?

Se hai domande, dubbi o approfondimenti che vuoi chiedermi, lasciali pure nei commenti e condividili con tutta la community di mentesemplice.

E ricorda di vivere sempre con energia ed entusiasmo!

Salvatore:-)

Questo è uno dei miei video preferiti, da quando l’ho scoperto grazie alla mia coach:-)

 

[Per approfondire, e ritrovare la vitalità e l’entusiasmo richiedi una sessione di coaching (la prima di 30 minuti è gratuita non per molto solo in fase di lancio)].

Se ti è piaciuto “Bambino Interiore ferito: che cos’è e come crea infelicità”, clicca sui pulsanti colorati qui in basso e Condividi l’energia del bambino interiore con le persone che ami, grazie! 🙂


Potrebbe interessarti anche...